ARTITUDE Arte Contemporanea

Gallery, Magazine, Store

Per l'Arte intesa

come way of life.

Contaminazioni, contenuti fusion,

per chi vive l'arte come una

necessaria componente del

contemporaneo modus vivendi.

Cingolani
 


Gina Pane (1939-1990)

all articles

2012/04/26

 
 



Share |

Feed Rss




Gallery



ROVERETO - Una mostra al Mart spiega come l'attività di Gina Pane non si limiti alla sola body art per la quale è conosciuta, ma spazia anche altrove

Gina Pane, artista dal nome nostrano ma francese, è conosciuta soprattutto per i suoi interventi nella body art. Che, all'epoca fecero scalpore: come non impressionarsi di fronte a una donna che si ricopre di api, le lascia entrare nelle orecchie, si taglia le mani e i piedi, usa il sangue come strumento artistico principale?

Nell'immaginario collettivo, Gina Pane è la donna dei tizzoni ardenti, è colei che si lascia straziare il corpo dai vetri rotti, è quella che si lascia attraversare il viso dai vermi. Ma questi sono cliché, o meglio: il lavoro d'artista riguarda tutto questo e anche altro. «Se apro il mio corpo affinché voi possiate guardarci il mio sangue, è per amore vostro: l'altro (...). Ecco perché tengo alla VOSTRA presenza durante le mie azioni» (tratto da Lettre à un(e) inconnu(e), Gina Pane).

Difficile capire i motivi di scelte tanto estreme, quali quelle dell'artista francese di origine italiana. Forse, bisogna soltato lasciarsi entrare dentro i motivi della sua poetica, senza porsi domande, ma entrando in sintonia con un uso del corpo così radicale e senza mezze misure.

Quello che tenta di far vedere al pubblico la mostra Gina Pane - È per amore vostro: l'altro, dal 17 marzo all'8 luglio 2012, è un percorso antologico che ripercorre tutte le tracce artistiche lasciate da Pane. Le variazioni sono diverse, e si dividono in differenti momenti.

Fino al 1967, dipinti geometrici, meno noti, e Structures affirmées. Già esiste il tema del corpo, ma anche un certo uso del colore, «per renderlo reale, tale e quale. Esso concretizza una sensazione nel modo più diretto» (Ibidem). Tutti visibili nella mostra trentina.

Nel periodo 1968-'70, la trentenne Gina Pane interviene nella natura. E sposta pietre per ricevere i raggi del sole (Pierres déplacées). Quasi una land art ma più concettuale: la linea del pensiero che anima l'artista viene rappresentata in Situation idéale: Terre - Artiste - Ciel (1969).

Dal 1971 al 1979, il lavoro dell'artista è quello della body art più nota. "Azioni", come le chiama, prima in studio e senza un pubblico, poi in appartamenti, in gallerie, in luoghi più istituzionali. Il sangue è protagonista, la documentazione fotografica sempre presente a immortalare per sempre quei momenti, come in Azione sentimentale, la più nota, del 1973: il pubblico è di quasi sole donne, l'artista parla della condizione femminile. Psyché, del 1974, è forse la più surreale. Si autoinfligge ferite alle palpebre, per simulare un pianto fatto di sangue, e un'incisione a forma di croce sull'ombelico. Una rilettura drammatica e coreografica del Vangelo? Una spiritualità raggiunta a colpi di ferite? Al Mart tutti questi dubbi sorgono nello spettatore, perché Action Psyché (Essai), questo il suo titolo definitivo, è offerto nella sua interezza.

Infine, il periodo Partitions et icônes è quello più maturo. Sono divisioni, ma anche "partiture" del corpo dell'artista, ormai assente. Il coinvolgimento è più fisico, oggetti e macchine fotografiche sono disposti per lasciare al pubblico il compito di ricostruire i frammenti dell'opera. Ludico e tragico dialogano insieme, così come momenti di tensione e altri più giocosi. Così, troviamo François d’Assise trois fois aux blessures stigmatisé. Vérification – version 1, 1985 – 1987, o anche Le manteau aux stigmates pour pauvre et riche del 1986 - 1988.

Per informazioni: www.mart.trento.it



ANNA CASTELLARI for ARTITUDE
 
 Comments
 
Nessun commento



 Write a comment
Name*
E-mail*

it won't be published
Web Site

(http://www.mysite.com)
Text*
Codice Antispam*
 
*Obligatory camps
 
   

OTHER ARTICLES

   
Sam Falls: come costruire un astro nascente
Opere vendute prima delle inaugurazioni: ecco l’artista dalla carriera (finora) perfetta
   
François Bucher
Artista che rappresenta la Colombia alla 55. Esposizione Internazionale d’Arte, la Biennale di Venezia riscopre il lavoro dell'archeologo Daniel Ruzo
   
Gradimir Smudja (1956). Vi presento Henri e Toulouse-Lautrec, Vincent e Van Gogh
E se Van Gogh non avesse dipinto i suoi quadri? E se Toulouse-Lautrec si fosse innamorato davvero? La divertente storia dell'arte di Gradimir Smudja
   
Toni Thorimbert (1957)
Raised on the outskirts of the empire, Thorimbert renewed in the '80s fashion photography
   
Wolfgang Tillmans (1968). A biography of the German photographer who turned the details of everyday life into figurative works.
A biography of the German photographer who turned the details of everyday life into figurative works.
   
Artemisia Gentileschi (1593). A modern artist, unknown to the general public. Between violence and feminism ante litteram
MILAN - On display are the works by Artemisia Gentileschi, a modern artist, unknown to the general public. Between violence and feminism ante litteram
   
Robert Mapplethorpe (1946 - 1989). The parable of an artist known too much for his private life and little for his work.
The parable of an artist known too much for his private life and less for his work.
   
Tacita Dean (1965). Born in England, now active in Berlin, Tacita Dean is one of the protagonists of contemporary creativity expressed through the video.
Born in England, now active in Berlin, Tacita Dean is one of the protagonists of contemporary creativity expressed through the video.
   
Alessandro Bergonzoni (1958). He presents his works in an institutional setting in Pordenone
Famous comedian and radio showman, Bergonzoni is also a visual artist: he presents his works in an institutional setting in Pordenone
   
Nan Goldin (1953). My work is based on memory. For me it is essential to have a memory of those who stood by me, to have them live on.
My work is based on memory. For me it is essential to have a memory of those who stood by me, to have them live on.
   
C215 (1973). Christian Guémy, known professionally as C215. The "comics" Caravaggio of stencil art
The "comics" Caravaggio of stencil art
   
Carol Rama (1918). 'How much light in dark' with Andrea Guerzoni and Carol Rama, artist loved by Sanguineti and Wahrol
The exhibition 'How much light in dark' opens at Palazzetto Art Gallery, with Andrea Guerzoni and Carol Rama, artist loved by Sanguineti and Wahrol
   
Jan Pappelbaum (1966). The production designer of Ostermeier talks about his path at the Berlin Schaubühne
Protagonist of the Biennale Theatre in Venice, the production designer of Ostermeier talks about his path at the Schaubühne in Berlin
   
L'Atlas (1978)
Le Banlieu delle auto bruciate o quelle della più potente arte francese?
   
Kengiro Azuma (1926)
Il vuoto è zen, il vuoto è arte. Il grande artista kamikaze che scolpisce il vuoto alla periferia di Milano
   
   
Register and sell your art
LOGIN   
  Artist  Consultant
  Forgot your password?

NEWSLETTER

 

EVENTS

Lino Tardia | Opere 1993-2013
Da domani 18 ottobre la galleria Edarcom Europa di Roma, ospiterà la mostra del pittore siciliano Lino Tardia.

 

EX-STASIS
Mostra collettiva di arte contemporanea proposta dalla Galleria360 di Firenze fino al 4 novembre.

 

VERIO interpreta NERUDA
Fino al 5 novembre al PAN - Palazzo delle Arti Napoli.

 

Manuel Felisi in mostra alla Galleria Russo di Roma
Fino a sabato 8 novembre negli spazi della Galleria Russo di Roma la prima personale romana di Manuel Felisi, a cura di Marco Di Capua.

 


COMPETITIONS

 

9° PREMIO INTERNAZIONALE ARTE LAGUNA
Promosso dall'Associazione Culturale MoCA, insieme allo Studio Arte Laguna, finalizzato alla promozione e valorizzazione dell’Arte Contemporanea.

 

SLIDELUCK BOLOGNA
L’evento che unisce buon cibo e ottima arte.

 

WE ART
Concorso di arti contemporanee.

 

Shingle22j, Biennale d’Arte Contemporanea di Anzio e Nettuno - Buon Appetito!
Dopo il successo delle precedenti manifestazioni, Shingle22j rinnova il suo impegno culturale attraverso la tematica del cibo.